Solidarietà ed esperienza al servizio dei rifugiati e del territorio.

100fiori è un raggruppamento temporaneo d’imprese. È stato formato nel marzo 2015 da Consorzio Isola che non c’è, Arci, Consorzio Comars, Associazione Pronto Donna onlus e Oxfam Italia Intercultura (fino al 30 giugno 2017). Obiettivo: dare una risposta alla domanda di prima accoglienza di cittadini stranieri che richiedono protezione internazionale nel territorio della provincia di Arezzo.

Un’attività coerente con la storia di ciascun soggetto e che ha consentito al raggruppamento di partecipare alla gara per l’affidamento dei servizi di accoglienza espletata dalla Prefettura di Arezzo sulla base della circolare del Ministero dell’Interno per l’accoglienza dei migranti.

Isola che non c’è è un consorzio di cooperative sociali a cui aderiscono Koinè, Betadue onlus, L’Albero del Pane onlus, LaRua che hanno già avuto esperienze di gestione di emergenze analoghe (dal 2017 unitesi nella Cooperativa L’Albero e la Rua); ARCI Arezzo è un’associazione con un’importante attività di accoglienza come ad esempio lo SPRAR; Oxfam Intercultura è una cooperativa che ha già maturato un’importante esperienza sui temi dell’immigrazione e dell’intercultura; Pronto Donna è un’associazione che si occupa del tema della tratta e che ha già avuto esperienze di accoglienza; il Consorzio Sociale Comars onlus ha una comprovata competenza nella gestione residenziale di servizi socio sanitari, educativi, gestendo anche una struttura residenziale per l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati.
Dal 1 luglio 2017 ne sono entrate a far parte il Consorzio COOB, le cooperative Futura di Arezzo e la San Lorenzo di Sansepolcro.